Bologna da scoprire in un giorno

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Oggi ospitiamo il racconto di una giornata passata con un’ amica, Alessandra Catania, alla scoperta delle bellezze e delle possibilità originali per le nozze che Bologna offre. Potete trovare altri racconti di Alessandra nel suo blog: www.21grammy.com

Non vi diremo dove andare o cosa fare in cinque tappe. Bologna è molto di più di questo e di certo un giorno non è sufficiente per visitarla e nemmeno per conoscere la sua gente allegra e accogliente, quella che ti spalanca il sorriso quando entri nel loro negozio e che ti saluta sorniona dandoti il buongiorno con il rotondo accento bolognese.

Questa settimana siamo andati a zonzo per la città, con il naso in su, proprio come vorreste fare voi, godendoci gli scorci della città e magari scoprendo tante piccole chicche che vogliamo raccontarvi.

Bologna storica: sposarsi nel medioevo

La città di Bologna è ricca di luoghi storici che molto spesso non fanno parte del percorso culturale dei turisti ma che possono diventare location ideale per un perfetto matrimonio. Piazza Maggiore è il punto di partenza. La statua del Nettuno ci guarda maestosa mentre noi infiliamo il portone del Palazzo Comunale, percorriamo il cortile medioevale e saliamo con l’ascensore verso la Sala Rossa.

Questa luogo sontuoso è adibito alle cerimonie di matrimonio civile e prende il nome dalla tappezzeria che ricopre le pareti. Due giganteschi lampadari di cristallo di Boemia illuminano la sala e si rifrangono nei due specchi alle pareti e un piccolo balcone si affaccia su Piazza Maggiore.

 

Sala rossa matrimoni Bologna

20160224_095136

 

In realtà l’accesso ufficiale è un ben più elegante. Lo scalone, progettato dal Bramante, è stato percorso per secoli dai cavalli del legittimo Signore che abitava il palazzo. Ed è percorrendo questo scalone che la sposa raggiunge la Sala Rossa. Non spaventatevi: i gradini sono molto bassi!

Usciti da Palazzo D’Accursio, la nostra passeggiata prosegue in via Indipendenza. Un tempo il corso per eccellenza della città insieme a via Rizzoli e via Ugo Bassi. I portici chilometrici rendono piacevole soffermarsi oziando senza paura di subire le intemperie. Svoltiamo in una delle tante piccole vie per raggiungere il cortile quattrocentesco del Museo archeologico. Uno spazio quadrato che può diventare la scena di un matrimonio medievale, specialmente se il ricevimento gode dei favori della sera, quando l’illuminazione soffusa ricorda le atmosfere delle storie di cavalieri, d’armi e di dame, cantate dai famosi poeti.

 

location matrimonio Bologna

 

A spasso per il quadrilatero del gusto

Bologna la grassa. Questa è una breve ma calzante definizione di questa città il cui re incontrastato è il tortellino. La cucina bolognese è una delle più apprezzate e amate a livello mondiale e molto spesso è stata l’occasione per una conoscenza, per un’amicizia che magari si è trasformata in qualche cosa di importante. Negli anni Bologna è diventata uno dei punti di riferimento della cucina italiana di qualità legata ai prodotti del territorio e alla tradizione.

Il quadrilatero del centro formato da un ampio reticolato di piccole vie ancora nella loro forma originale, è un tripudio di colori, profumi, suoni e umanità varia. Stiamo parlando del mercato storico di Bologna. Alcuni dei banchi sono posizionati nei locali originali, quasi delle cantine con il portone a forma di arco, dove i venditori conservano parte delle merci.

Qui, ancora oggi, i bolognesi si recano per acquistare i prodotti che servono a preparare pranzo e cene, magari proprio quelli importanti. Qui c’è la gastronomia più importante della città, Tamburini e l’antica panetteria Atti. In realtà basta andare a zonzo e lasciarsi guidare dall’istinto e dalla curiosità per scoprire questo luogo di delizie che i bolognesi frequentano anche in altri momenti della giornata.

Le vie e i vicoli sono anche il luogo migliore per gustare la cucina bolognese e il tipico street food durante la pausa pranzo o per degustare un buon calice di Pignoletto accompagnato da un tagliere di formaggi con l’immancabile mortadella bolognese per un aperitivo serale.

 

 

Bologna, tra colori, design, vintage e pasta

Pranzare a Bologna significa vivere un’esperienza indimenticabile. Non solo ristoranti ma anche piccole osterie o semplici laboratori di pasta fresca che si trasformano in spazi di condivisione culinaria in cui il passo tra il fare e il mangiare è davvero breve.

La Sfoglia Rina, dal 1963 come recita l’insegna, è quasi una cucina di casa. Una bella vetrina all’entrata fa sfoggio di una collezione invidiabile ti paste fresche da consumare a casa propria oppure nella sala attigua, attrezzata con un grande tavolone centrale che più social non si può, e tanti tavolini rustici. Il menù del giorno è scritto su una lavagna ed è rigorosamente cucinato con prodotti a chilometro zero. Anche i vini, seppur pochi, sono di cantine locali.

 

mangiare a Bologna

catering Bologna

 

Dopo il pranzo, lo shopping a Bologna è d’obbligo, partendo dalle dolcezze al cioccolato di Roccati, cioccolatiere a Bologna dal 1909. Vi consigliamo per iniziare di portarvi a casa un cofanetto misto dei loro cioccolatini, per capire il loro stile e scegliere il vostro.

 

 

E dopo la dolcezza ci aspetta uno dei negozi più curiosi. Una scoperta che abbiamo fatto recentemente. La Gallina Smilza è un delizioso bazar di colori e di oggetti che fanno bello ogni ambiente e, come dice Simone, dove il sole splende sempre. Bicchieri, piatti, tazze, contenitori, elementi di arredo e tanto altro, popolano felici questo spazio che si trova in centro, Via Santo Stefano 14d, e che fa la gioia di tutte quelle come noi che amano dare un tocco personale alla casa. Dal loro sito web potete acquistare on line e anche progettare la vostra lista di nozze, anche se vi consigliamo di visitare il negozio direttamente per una esperienza gioiosa e divertente.

 

liste di nozze Bologna

liste di nozze Bologna

 

Da via Santo Stefano giriamo attorno alle Due Torri e ci immergiamo nella zona universitaria di Bologna. Qui l’atmosfera cambia: dalle botteghe di pregio passiamo alle piccole botteghe artigiane, agli antiquari e ai negozi vintage. Il parallelo con Soho a Londra nasce spontaneo.

In questa zona, in via delle Moline, troviamo l’instancabile Betta che ci accoglie nel suo negozio, Matta e Goldoni. Un atelier, un negozio vintage ma anche una sartoria con un retro negozio completamente dedicato alle spose.

 

abiti da sposa Bologna

 

Nel negozio di Betta si trovano tanti capi di abbigliamento, tutti attentamente selezionati, ma anche una cosa unica: le sue meravigliose gonne di tulle colorato. Nuvole da indossare in occasioni speciali oppure da tenere su un manichino per sognare un po’, ogni tanto.

 

Abiti da sposa Bologna

 

Ma abbiamo tenuto la vera chicca per il finale di questa giornata in cui speriamo di aver solleticato la vostra curiosità.

Il mondo di Imelde Corelli è corale. Imelde si contorna di personaggi scultorei (Ginevra e Giovanni, entrambi da un’ispirazione che viene dalla famiglia Bentivoglio di Bologna) che nascono dalla sua sensibilità di artista e poi prendono vita, indicando ad Imelde la via verso la creazione di gioielli che sono sculture anch’essi. I materiali e non solo il disegno, sono le componenti di ispirazione da cui parte Imelde. Chi decide di entrare nel suo piccolo laboratorio sa che dovrà raccontarsi e raccontare affinché Imelde possa creare.

Se volete un gioiello che vi racconti come spose, Imelde è la persona giusta.

 

gioielli sposa Bologna

gioielli sposa Bologna

 

La giornata è quasi al termine ma ci rimane ancora qualche minuto per farvi sognare. Vi portiamo nel B&B più piccolo del mondo, la torre Prendiparte, nel centro di Bologna. Ha un’unica camera da letto, la vostra, che vi offrirà un’intimità indimenticabile. La sala sopra la camera da letto è perfetta per una cena riservata così come la vista da godere se deciderete di salire tutti i gradini fino alla cima della torre, magari al tramonto.

 

Bologna romantica Bologna romantica

 

Questa è la nostra Bologna speciale. Una città da assaporare e da portare nei propri ricordi.

 

Foto credits: Alessandra Catania

Immagine di copertina via Bologna Medievale

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

About Micol Scondotto

Wedding designer e wedding planner, si occupa nel portale di public relations ed è la Vostra guida per quanto riguarda i trend più attuali, chic ed interessanti sulle nozze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *