A Carnevale ogni matrimonio vale

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Come ho fatto a non pensarci prima? Sposarsi a Carnevale deve essere una cosa spassosissima.

Il tema è perfetto, gli invitati potrebbero indossare maschere e divertirsi un sacco, si mangerebbero tantissimi dolci e sfrappole e la gente oserebbe piume e arzigogoli. E poi gli abiti, gli arazzi, i broccati e tavole apparecchiate.

La sposa potrebbe scegliere un abito colorato oppure bianco e azzardare con qualcosa di eccentrico, bellissima l’idea dei costumi settecenteschi veneziani o qualcosa di simile. Gli uomini potrebbero optare per un look retrò, fine ottocento o giù di lì e indossare panciotti e sfoggiare orologi da taschino…

 

 

Forse esagero ma a Carnevale si può e si deve. E quindi rimane da chiedersi, a che tipo di Carnevale ispirarsi?

Il più classico è certamente il Carnevale di Venezia, seguono poi quello di Viareggio, il famossissimo carnevale di Rio e quello di New Orleans.

 

 

Scelta la tipologia che ci piace di più il consiglio è quello di battezzare una palette di colori, è pur sempre un matrimonio.

 

 

La bazza vera è che “maschera fa Carnevale”. L’idea di aggiungere poi piume di struzzomarabù, velette elaborate, e perle conferisce un tocco raffinato, magico e misterioso, tipico delle atmosfere veneziane.

 

E alla fine un bel lancio di coriandoli al posto del riso!

 

Immagini via:

www.donnaclick.it

www.pinterest.it

www.matrimonio.com

www.matrimonio.it

www.stylosophy.it

www.brides.com

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

About Francesca Fontana

Dopo essersi specializzata in marketing e design si trasferisce a Londra collaborando con famosi brand del Made in Italy, tornata i nel 2013 a Bologna intraprende l'arte della modisteria. Vi farà scoprire tutte le tendenze più attuali in fatto bridal fashion.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *